(TEMPO DI LETTURA 2 MINUTI)

LO SMALTO IPOMINERALIZZATO

EH è un acronimo che sta ad indicare “smalto ipomineralizzato” intendendo un difetto qualitativo dello smalto che si presenterà con opacità demarcate bianco-giallastre o giallo-brunastre non coinvolgendo mai il colletto del dente.

Le cause sono numerose e non ancora certe.

Tra le più discusse sono: asma, infezioni del tratto respiratorio superiore, otite media, tonsilliti, malattie esantematiche, carenza di vitamina D, bambini nati prematuri, uso di antibiotici durante la gravidanza o per un periodo prolungato durante i primi 3 anni di vita, bambini esposti a zone contaminate ecc.

Lo smalto di questi denti si presenta friabile e con macchie antiestetiche che possono manifestarsi con vari livelli di gravità: E.H.: lieve, moderata e severa. Le aree di ipomineralizzazione lieve si presentano con un cambiamento di colore tendente al bianco gessoso (bianco latte, bianco opaco)

Mentre quelle di moderata o severa entità si presentano con un colore giallo-marrone con tendenza alla perdita di smalto e sensibilità accentuata.

Nei casi di EH severa, la perdita di tessuto dentario riguarda non solo lo smalto ma anche strati più profondi di dentina.

Queste lesioni tendono ad aggravarsi nel tempo se non vengono trattate in anticipo, vanno incontro ad indebolimento e/o un crollo strutturale del dente, che non va inteso come carie ma che può facilmente essere colonizzato da batteri che causano lesioni cariose.

Questi bambini riportano spesso dolore durante lo spazzolamento, alla masticazione o anche solo respirando aria fredda.

Ciò è dovuto ad una ipersensibilità dentinale, per la presenza di uno smalto poroso. Questi bambini tendono a non curare adeguatamente l’igiene innescando un circolo vizioso, con probabile formazione di tessuto cariato nel dente con EH.

Il trattamento dei denti affetti è finalizzato alla mineralizzazione e alla desensibilizzazione del dente con dei trattamenti domiciliari e trattamenti professionali, questi ultimi mirati alla prevenzione della carie e alla riabilitazione funzionale masticatoria del dente interessato da E.H.

Trattamento domiciliare E.H.:

  1. Dieta sana, con minor frequenza di consumo di cibi e bevande acide e zuccherate, attenersi a 5 pasti al giorno.
  2. Igiene orale domiciliare minimo 3 spazzolature al giorno, si consiglia l’uso di dentifrici ad alto contenuto di fluoro (1400ppm)
  3. Applicazione di MI paste Plus ,si tratta di una mousse composta da ioni di calcio, fosfato , fluoro e prodotti caseinati in grado di fornire allo smalto ipomineralizzato i minerali di cui è carente.

 

Modalità d’uso: Viene applicata 3-5 volte al giorno sui denti affetti da EH, con l’aiuto di una garza o di uno spazzolino monociuffo e lasciata agire per 5/10 minuti, dopo l’applicazione non sciacquare (eventualmente sputare l’eccesso, non bere né mangiare per almeno un’ora.

L’utilizzo della pasta, per avere un beneficio in termini di riduzione della sensibilità e remineralizzazione iniziale, dovrà essere effettuato per un minimo di 2 mesi.

Trattamento professionale E.H.:

Igienista:

Fluoroprofilassi, come viene eseguito in Clinica del Sorriso, il tuo dentista a Padova, tramite mascherine ogni 2 mesi, per almeno un anno, portando alla diminuzione graduale della sensibilità e conseguente remineralizzazione dello smalto. Igieni professionali con istruzioni all’igiene domiciliare ogni 6 mesi.

Odontoiatra:

La terapia iniziale prevede l’applicazione topica di sigillanti con rilascio lento e prolungato di fluoro fino alla mineralizzazione del dente e la sua completa eruzione. I denti interessati da E.H. richiederanno un monitoraggio costante nel tempo (ogni 2-4 mesi)

Questo per controllare la corretta igiene orale domiciliare, l’integrità delle sigillature e la loro eruzione completa.

La terapia successiva prevede il rifacimento della sigillatura a dente completamente erotto, eventuale ricostruzione dello smalto perso dalla ipomineralizzazione o da eventuali carie presenti. In alcuni casi severi (E.H. grave) si dovrà intervenire in età adulta con lavori protesici per garantire la funzionalità del dente nel tempo.

Menu