(TEMPO DI LETTURA 2 MINUTI)

LA DIGA DI GOMMA

La diga di gomma è uno strumento utilizzato dal dentista per svolgere diverse procedure cliniche, tra le quali le otturazioni, gli intarsi e le cure canalari; permette di isolare i denti dal resto della cavità orale.

È un foglio di gomma che viene posizionato in bocca, fatto passare attraverso i denti e stabilizzato con l’utilizzo di un anellino di metallo che “abbraccia” l’ultimo dente da isolare.

 “Ma il dentista da cui andavo prima non l’ha mai usata! Perché dovrei iniziare ora?”

­                                

Prima e dopo isolamento dei denti con diga di gomma­

La risposta è semplice, in Clinica del Sorriso, il tuo dentista a Padova, utilizziamo questa tecnica in quanto i VANTAGGI derivanti dall’utilizzo clinico della diga sono molteplici:

  • Protezione del paziente da ingestione di strumenti/sostanze/frammenti di dente;
  • Bocca del paziente libera da strumenti e acqua;
  • Protezione (e retrazione) dei tessuti molli quali gengive, guance, lingua;
  • Protezione degli operatori da rischio infettivo;
  • Migliore accesso e visibilità da parte del dentista;
  • Diminuzione dei tempi operativi;
  • Pulizia del campo operatorio da contaminanti (saliva, sangue, batteri).

Il tutto determina, di conseguenza, un risultato clinico finale migliore per il paziente.

Ricostruzione dei denti con materiali compositi, perfettamente biomimetica e integrata nella dentatura.

Perché quindi non utilizzarla?

Non ci sono controindicazioni assolute all’utilizzo della diga.

Potrebbe essere non applicabile in denti severamente compromessi o non ancora ben erotti, ma è utilizzabile in quasi tutti i casi. Inoltre, se un paziente è allergico al lattice, è possibile utilizzare fogli di diga privi di lattice.

“Ok, capisco, ma io non voglio metterla perché mi dà noia. Sono sempre stato/a abituato/a senza. A me non interessa se ci mettete di più o se le otturazioni vengono più brutte, basta che vengano fatte bene.”

È una obiezione legittima: le otturazioni possono essere fatte anche senza diga se il paziente non lo vuole o per decisione del clinico causa impossibilità di applicazione.

Ma bisogna sapere che le otturazioni avranno una durata nel tempo minore, questo per motivi indipendenti dalla volontà o bravura dell’operatore; i materiali resinosi compositi (di colore mimetico rispetto al dente) utilizzati oggigiorno per fare le otturazioni si “incollano” al dente tramite speciali adesivi. La qualità di questa adesione è influenzata dalla presenza di umidità ambientale e acqua sulla superficie dentale. Questi sono fattori perfettamente controllabili… utilizzando la diga!

Se tutte le motivazioni sovraelencate non fossero abbastanza.. Basta un semplice confronto visivo diretto delle condizioni lavorative. Una foto vale più di mille parole!

Menu