Implantologia Dentale

L’implantologia dentale è una tecnica che consente di sostituire elementi dentari perduti o irrecuperabili con delle radici artificiali che possono essere in titanio o di altri materiali.

Questa grande scoperta della medicina avviene grazie ad un processo biologico denominato osteointegrazione che permette a un materiale biocompatibile di legarsi all’osso naturale.

Dopo che è avvenuta l’osteointegrazione le radici artificiali saranno in grado di sostenere dei nuovi denti (in diversi materiali tra cui eccelle la ceramica) o delle protesi più estese.

Andiamo a scoprire nel dettaglio che cos’è un impianto dentale e vari tipi di trattamento.

Che cos’è un impianto dentale?

Quando si parla di impianto dentale si fa riferimento ad una piccola vite realizzata per lo più in titanio utilizzata con lo scopo di andare a sostituire la radice del dente naturale che per vari motivi è venuto a mancare. Generalmente, i classici impianti dentali sono formati da tre elementi:

1- La vite endossea: indica l’impianto propriamente detto che svolge la funzione della radice del dente; ne esistono di diverse forme, fogge e lunghezze. È il clinico che decide quelle più adatte per il caso specifico.

2- L’abutment: ha la funzione di unire la vite in titanio con l’elemento che si sovrappone (dente o protesi); anche in questo caso sono numerosi tipi e modelli da scegliere con accuratezza.

3- La protesi dentaria: indica la parte utilizzata per sostituire il dente perso. Come la vite, anche la protesi può essere realizzata in vari materiali come la ceramica o la resina. La cosa più complessa di questa parte è la ricerca dell’armonia di forme e colori salvaguardando la funzione masticatoria.

Quali sono le fasi dell’implantologia?

Prima di procedere con l’intervento, la prima cosa da fare è fare un’analisi completa delle situazioni organiche generali e specifiche della zona da trattare. Tra le situazioni organiche generali si ricercano: patologie in atto o passate, l’assunzione di farmaci, la presenza di malattie croniche come il diabete e l’ipertensione. La situazione organica locale si valuta con l’esame obiettivo, le radiografie, i calchi in gesso, le fotografie e, se è il caso con la CBCT (TAC).

In base alle risultanze dello studio della situazione, si decide il tipo di impianto e di dente da realizzare.

Le fasi dell’implantologia sono:

Preparazione e realizzazione dell’intervento

In questa fase, vi troverete all’interno di un ambiente decontaminato e ricoperto di telini sterili dove il dentista vi preparerà per l’intervento.

Prima di procedere, si somministra un anestetico locale.

La fase operatoria dura tempi molto variabili: da meno di 40 minuti a oltre due ore, a seconda della complessità del caso e dal numero di impianti da realizzare.

Dopodiché vi verrà prescritta la terapia da seguire per i successivi sette giorni (per esempio, a seconda dei casi, antibiotici, antiinfiammatori, cortisonici ed integratori). Assieme all’eventuale terapia farmacologica vi verranno suggeriti tutti i comportamenti consigliati per minimizzare e annullare i più comuni effetti collaterali della cura, alimentazione compresa.

Protesi provvisoria

In alcuni casi è possibile consegnare subito una protesi provvisoria da portare durante il periodo di guarigione. In altri casi è necessario attendere qualche giorno. Nel primo caso parliamo di carico immediato, nel secondo di carico dilazionato o differito.

Quali sono le differenze?

Per quanto riguarda l’impianto a Carico Immediato, si intende l’inserimento sia dell’impianto dentale che della corona protesica provvisoria nella stessa seduta o al massimo entro 36 ore. Una volta che sono trascorsi circa 3-4 mesi, viene collocata la protesi definitiva.
Nel caso dell’impianto a Carico Differito, il trattamento si svolge in due fasi: l’inserimento nell’osso dell’impianto dentale alla cui estremità viene inserita una vite detta di guarigione da portare per un tempo di attesa che può variare dai tre ai quattro mesi. Questo periodo di tempo consente all’impianto dentale di fissarsi all’interno dell’osso (Osteointegrazione). La seconda fase prevede il confezionamento della protesi trascorso il periodo di guarigione

Fase di cicatrizzazione: quando parliamo di fase di cicatrizzazione facciamo riferimento al processo di osteointegrazione, in cui si va a formare l’osso intorno all’impianto in modo totalmente indolore. È da ammirare la natura autorigenerante del nostro meraviglioso organismo.

Fase di posizionamento della protesi definitiva: nel momento in cui il dentista ha controllato lo stato dell’impianto provvisorio, il protesista procede con la creazione della protesi definitiva, che viene fissata grazie all’uso di un pilastro di cui esistono numerose fogge e modelli ma che di solito si realizza su misura eseguendo delle impronte.

Fase di controllo: dal momento in cui si è concluso il trattamento, si procede con i controlli periodici. Bisogna sempre fare sia i controlli periodici dal dentista sia avere una buona cura dell’igiene orale al fine di evitare possibili problemi.

Il trattamento è doloroso?

Il trattamento non è affatto doloroso poiché prima di procedere con l’impianto dentale al paziente viene somministrata l’anestesia locale. Soprattutto per l’implantologia dentale vengono utilizzati anestetici efficaci e che non provocano nessun disagio a meno che non esista una particolare sensibilità che il paziente avrà, comunque, interesse a segnalare prima del trattamento. Una volta eseguito l’impianto, come dicevamo sopra, al paziente vengono prescritti tutti i farmaci da assumere nei giorni successivi.

C’è un’età ideale per procedere con l’implantologia?

Tutte le persone possono essere sottoposte a questa tipologia di intervento in quanto le modalità di guarigione sono identiche per ogni persona e per ogni età. Possono capitare eventuali complicazioni nel caso in cui si stia facendo il trattamento ad una persona diabetica o che assume farmaci per altre patologie. È per questo che in fase preliminare si fanno tutte le valutazioni sulla situazione organica generale.

Compila il Modulo

Esprimo in modo consapevole e libero il consenso al trattamento per le seguenti finalità:

[/vc_column]
Servizi
Le Cure
[/vc_column_inner][/vc_row_inner][/vc_column][/vc_row]
Menu