ODONTOIATRIA DIGITALE

L’odontoiatria è sempre stata una branca medica fortemente influenzata da innovazione e tecnologia; le innovazioni in termini di materiali e strumenti permettono al dentista di fornire un livello qualitativo sempre maggiore.

L’odontoiatria, come il resto del mondo, si sta evolvendo e digitalizzando. Il flusso di lavoro diventa così sempre più rapido ed efficiente, per il vantaggio sia del clinico che del paziente.

LO SCANNER 3D INTRAORALE

Uno degli strumenti più evoluti in campo odontoiatrico è lo scanner intraorale, di cui il nostro studio, Clinica del Sorriso, il tuo dentista a Padova, è dotato.

Cos’è?

 

Lo scanner intraorale è uno strumento in grado di acquisire una scansione dell’arcata dentale per poi formularne un modello 3D sul PC.

Va a sostituire l’impronta tradizionale, talvolta fastidiosa per il paziente.

Questo permette al dentista di lavorare in modo completamente digitale utilizzando il computer. Viene principalmente utilizzato in associazione ad un fresatore, per realizzare intarsi e corone.

IL FRESATORE DENTALE

                             

Il fresatore e il “blocchetto” di materiale che verrà poi scavato.

È una macchina in grado di realizzare, mediante fresaggio, i denti progettati al computer dal dentista o dall’odontotecnico.

Come uno scultore, realizza i suoi capolavori a partire da un blocchetto di materiale. Lo “scava” sino a creare il dente progettato, è una macchina che lavora per sottrazione di materiale (il contrario rispetto ad una stampante 3D).

QUALI SONO I VANTAGGI DEL FLUSSO DI LAVORO DIGITALE?

                 

Per il paziente:

  • Presa dell’impronta più confortevole e veloce;
  • Meno fastidioso per i pazienti con riflesso del vomito accentuato;
  • Realizzazione del lavoro definitivo in singola seduta (intarsi);
  • No otturazioni provvisorie.
  • Ridotta sensibilità poiché il dente viene ricoperto subito dalla protesi definitiva;

Per il dentista:

  • Possibilità di vedere immediatamente imperfezioni o correzioni da apportare sulla preparazione dentale;
  • Maggiore efficienza;
  • Possibilità di progettare direttamente il dente con forma e caratteristiche desiderate.

IL FLUSSO DI LAVORO

Ecco qui un esempio del flusso di lavoro digitale applicato alla realizzazione di due intarsi in singola seduta.

Situazione iniziale: linee di frattura, abrasione dentale e vecchie otturazioni infiltrate rendono necessario intervenire a livello dei due molari con due intarsi in composito.

Isolamento con diga dei denti.

Preparazione dentale e procedure adesive a livello dei denti da riabilitare.

 

Impronta digitale e progettazione degli intarsi, con morfologia e anatomia adeguata.

Fresaggio dei due intarsi a partire da due “blocchetti” di materiale.

Cementazione degli intarsi, che risultano molto più estetici e naturali della situazione di partenza.

Controllo a due mesi con integrazione ottimale con la dentatura del paziente.

Menu