La patologia delle gengive, la patologia parodontale è spesso una malattia molto mutilante e accade che nell’arco dell’ultima parte della vita, molti elementi possano essere perduti.

Spesso ciò accade o nelle sezioni più posteriori della bocca o nelle sezioni esclusivamente anteriori.

In questi casi in cui è presente una malattia evolutiva e spesso negli elementi adesivi non è possibile recuperarli al 100%, si può ricorrere, per riabilitare la masticazione e l’estetica del sorriso, a delle protesi parziali rimovibili.

In che cosa consistono? Consistono in elementi in resina più o meno rinforzati con strutture metalliche, che si ancorano ai denti residui e che portano delle flange che supportano dei denti artificiali, dove questi mancano.

Che cosa si realizza alla fine? Un’arcata completa che si ancora ai denti residui. Quali sono i pro e i contro di una protesi rimovibile parziale? Il primo pro importante è quello collegato al fatto che mi permette di gestire una situazione evolutiva.

Cosa significa? Se esiste una parodontite ingravescente che non può essere che rallentata dalla terapia, so che nel futuro molti altri elementi verranno perduti.

La protesi parziale rimovibile mi permette di accompagnare in maniera meno traumatica possibile il paziente verso la perdita di tutti denti.

Lo svantaggio naturalmente, è costituito da tutti gli svantaggi che hanno le protesi rimovibili:

ogni volta che si mangia vanno rimosse, bisogna lavarsi la bocca e i denti, bisogna lavare la protesi e riapplicarla.

Questa cosa va ripetuta 3-4-5 volte al giorno.

Questo è il disagio principale. Un altro disagio importante delle protesi parziali rimovibili è che soprattutto quando:

gli antagonisti sono costituiti da denti naturali e questi esercitano una forza notevole sulla protesi, che va a schiacciarsi sulla gengiva.

Una delle complicanze più frequente dell’utilizzo di queste protesi sono i decubiti, cioè i punti di appoggio di schiacciamento sulla gengiva.

Di solito quando accade questo, si possono fare delle piccole modifiche della protesi rimuovendo le parti che fanno più pressione.

Ma anche correggendo il meglio possibile i rapporti di masticazione però è un prezzo da pagare minimo rispetto ai vantaggi che ci sono a portare una protesi che ti permette la vita di relazione e di nutrirsi quasi regolarmente.

La protesi parziale rimovibile, naturalmente, di questo tipo qua ne esistono tanti tipi.

Quando la situazione è evolutiva la protesi parziale viene realizzata principalmente in resina.

Quando invece gli elementi residui sono validi, estremamente validi, e il paziente non è disponibile o non ha le condizioni di salute per realizzare una protesi di tipo implantare.

Quindi avere una riabilitazione fissa, si può ricorrere alla cosiddetta protesi scheletrata.

La protesi scheletrata è costruita con principi completamente diversi dalla protesi parziale rimovibile, ed è fatta in modo che si ancori in una maniera molto precisa sui denti residui e a una struttura metallica.

Anche se la struttura è metallica, il peso e la leggerezza, il comfort di questo apparecchio sono notevolissimi.

Per cui sono da preferire tutte le volte che abbiano una funzione di semi-definitività.

Io, Direttore sanitario di Clinica del Sorriso, il tuo dentista a Padova, ho realizzato delle protesi di questo tipo oltre trent’anni fa che sono ancora perfettamente funzionali. Quindi si tratta di una protesi molto valida.

Menu